Il romanzo di Davide Pellegrini è l’ottimo risultato che testimonia, da parte dell’autore, la perfetta conoscenza dei luoghi, la eccellente capacità di descrizione dei personaggi, una significativa conoscenza dell’animo umano e, perché no, una capacità narrativa davvero interessante.
La trama, che risulta sempre avvincente e quasi mai noiosa, porta al centro della storia un quartiere di Roma, San Lorenzo, tra i più complessi ed eterogenei della città e ne racconta in modo drammatico ma anche, spesso, divertente tutti i risvolti della vita quotidiana. E la storia che narra è così realistica da far immaginare davvero di aver, alla fine del romanzo, conosciuto sia luoghi che persone.
Il bene contro il male che spesso si fa compromesso per il fine ultimo della verità viene narrato attraverso le gesta di una squadra del locale commissariato di San Lo guidata dal vicequestore Soccio alla ricerca del colpevole dell’omicidio di un ragazzo qualunque. Dal momento in cui viene ritrovato il cadavere del giovane Alessandro fino alla soluzione del caso la Roma peggiore e quella più illustre si intrecciano con una narrazione non priva di colpi di scena piacevolmente sorprendenti. E Roma ancora una volta diventa protagonista

 

Marco Saletta, General Manager Sony Interactive Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment